Dire, fare, insegnare
Dire, fare, insegnare
Dire, fare, insegnare

Armi di istruzione di massa. Mini lezione sulla Resistenza con Carlo Greppi

Carlo Greppi, storico e divulgatore, dopo averci parlato di antifascismo, impegno politico e didattica della storia, in questa mini lezione spiega alle ragazze e ai ragazzi della scuola superiore di II grado che cos’è stata la Resistenza in Italia durante la Seconda guerra mondiale.

Dire, fare, insegnare TV  Armi di istruzione di massa 
21 ottobre di: Carlo Greppi

In questa mini lezione lo storico Carlo Greppi, autore di L’antifascismo non serve più a niente e Il buon tedesco (presentato in questi giorni al Salone Internazionale del Libro di Torino), editi entrambi da Laterza, spiega alle ragazze e ai ragazzi della scuola secondaria superiore cos’è stata la Resistenza in Italia, e come si sia passati nel giro di pochi anni da una minoranza di oppositori al regime fascista a un vasto gruppo di persone determinate a difendere a tutti i costi il valore della libertà.

Quando nel 1943 cade il fascismo e l’Italia viene invasa dagli ex alleati nazisti, i vecchi antifascisti (molti dei quali avevano combattuto nella guerra civile spagnola), insieme ai militari che via via tornano dal fronte, cominciano a insegnare ai ragazzi nati e sempre vissuti sotto la dittatura cosa vuol dire essere liberi, e li addestrano a combattere perché questo diritto fondamentale non venga più violato.



Nella primavera del 1945 i partigiani in Italia sono ormai diventati centinaia di migliaia, non solo di nazionalità italiana, ma provenienti da una cinquantina di Paesi, compresi la Germania e l’Austria. Donne e uomini che, dopo aver creato enormi difficoltà a nazisti e fascisti costringendoli continuamente a spostare le truppe per far fronte ai loro attacchi, riescono a liberare ben 125 città italiane prima dell’arrivo degli Alleati angloamericani. Saranno proprio le loro azioni e i loro ideali a porre le basi per l’elaborazione della nostra Costituzione e per la nascita della Repubblica, il 2 giugno del 1946.

La mini lezione può essere utilizzata per approfondire in classe il tema della Resistenza e della sua eredità per la società attuale. Per supportare i docenti nella presentazione dei contenuti sono disponibili in allegato una scheda didattica con attività da svolgere in aula, insieme a spunti e indicazioni per l’insegnante.

Potete recuperare l’intervista a Carlo Greppi e gli altri appuntamenti con gli esperti della rubrica “Armi di istruzione di massa” ai questi link:

Non perdetevi l’intervista e la mini lezione a Maura Gancitano di TLON, online dalla prossima settimana su Dire, fare, insegnare!