Dire, fare, insegnare
Dire, fare, insegnare
Dire, fare, insegnare
  • Home
  • News ed eventi
  • Al via il Premio Nazionale Microconferenze: un’opportunità per la didattica a distanza

Al via il Premio Nazionale Microconferenze: un’opportunità per la didattica a distanza

Dopo il successo dello scorso anno, parte la seconda edizione del Premio Nazionale Microconferenze dal titolo “La crisi, le crisi, la rinascita”. Uno strumento unico per imparare e un’occasione per i docenti di valutare l’apprendimento

News ed eventi 
23 aprile di: Redazione

Dalla sperimentazione dell’IIS Fermi di Policoro (Matera) è nato negli anni scorsi un format di apprendimento innovativo: le Microconferenze. Quest’anno, per la seconda edizione, il percorso diventa un Premio Nazionale per gli studenti di tutta Italia. 

La microconferenza è una performance di public speaking (minimo 5, massimo 15 minuti) legata a contenuti di apprendimento scolastico e realizzata con l’ausilio di supporti multimediali quali Power point, Keynote, etc. Si differenzia dalla normale esposizione (lezione o interrogazione) per l’attenzione posta all’ascoltatore, con l’intento di catturarne e mantenerne l’attenzione. Rappresenta, perciò, un interessante punto di incontro tra il mondo della scuola e quello della comunicazione.

Modelli espressivi per il lavoro degli studenti possono essere infatti le performance di alcuni volti noti del mondo televisivo o del web: 

  • Roberto Benigni e Franco Nembrini per l’esposizione comunicativa di un testo letterario;
  • Alberto Angela per il racconto del valore di un bene archeologico o paesaggistico; 
  • TedX per il racconto di idee e innovazioni; 
  • Federico Buffa Carlo Lucarelli per le narrazioni; 
  • Imen Jane per la spiegazione incisiva di contenuti complessi; 
  • Giovanni Scifoni per la rielaborazione ironica di messaggi significativi.

In questo periodo di didattica a distanza, anche in vista del termine dell’anno scolastico, sarà infatti ancora più interessante e utile cimentarsi nella prova per lo sviluppo delle competenze argomentative e di public speaking, partecipando a questo Premio insieme a studenti delle scuole secondarie di tutta Italia: uno strumento unico per imparare e un’occasione per i docenti di valutare l’apprendimento.

La scelta del tema, La crisi, le crisi, la rinascita, nasce dal desiderio di approfondire l’esperienza drammatica di questi giorni, di non perderne il senso e provare a concepirla come una possibilità di crescita personale nel paragone critico e aperto con ciò che si studia a scuola. Il tema, infatti, è ricco di implicazioni interdisciplinari e potrà essere declinato in modo creativo e originale da ciascuno studente. Sulla pagina di Fondazione Euducation saranno caricati anche dei video che accompagneranno i ragazzi nella preparazione della microconferenza. 

I lavori dei ragazzi saranno valutati da una giuria di qualità, tra cui spiccano i nomi dell’attore Giovanni Scifoni, del filosofo della comunicazione Bruno Mastroianni e del giornalista e blogger Filippo Sensi (@nomfup), portavoce e capoufficio stampa del presidente del Consiglio dei ministri dal 2014 al 2018.

Come partecipare? Sarà semplicissimo e avverrà tutto online.

Entro il 23 maggio 2020

  1. compila il form di iscrizione al seguente link
  2. carica il video della tua Microconferenza nelle modalità consentite dal regolamento.

Il 5 giugno 2020 verranno annunciati i vincitori del Premio Nazionale in diretta streaming; il primo classificato riceverà un premio di 200€, il secondo di 150€ e il terzo di 100€. I premi saranno erogati da Fondazione Euducation in forma di buoni acquisto per materiali didattici e informatici.

Il Premio Nazionale Microconferenze è promosso da IIS Fermi di Policoro (Matera), prodotto da Fondazione Euducation e Associazione Amore per il Sapere - ApiS, in collaborazione con Romanae Disputationes e Dire, Fare, Insegnare.