Dire, fare, insegnare
Dire, fare, insegnare
Dire, fare, insegnare

Cinema a casa? Nasce il cineclub a distanza

Lunedì 23 marzo nasce un vero e proprio “Cineclub a distanza”: proiezioni condivise con un’introduzione di un esperto e a seguire un dialogo in diretta streaming sulla pagina Facebook della Cineteca di Bologna. #iorestoacasa, ma è come se andassi al cinema!

News ed eventi 
19 marzo di: Redazione
copertina

Da un’idea del Liceo Malpighi e dell’Accademia di Video Making e della Fondazione Cineteca di Bologna in collaborazione con l'associazione Amore per il sapere e Dire, Fare, Insegnare nasce un vero e proprio “Cineclub a distanza”: proiezioni condivise con un’introduzione di un esperto e a seguire un dialogo in diretta streaming sulla pagina Facebook della Cineteca di Bologna

Ogni film proposto sarà preceduto da una presentazione di un esperto della Cineteca e di Accademia di Video Making. Terminata la visione del film sarà possibile scambiarsi impressioni e commenti nei commenti del post dedicato a ciascun film sulla pagina Facebook della Cineteca di Bologna. Sarà inoltre possibile caricare sul profiloInstagram di Cineteca di Bologna le foto della visione del film condivisa a distanza, con selfie, commenti e riflessioni sui film visti. 

Il primo appuntamento del Cineclub a distanza di AVM e Cineteca sarà lunedì 23 marzo alle ore 21.00 con le dirette streaming di introduzione e commento di Il dottor Stranamore, ovvero: come imparai a non preoccuparmi e ad amare la bomba, il capolavoro di satira e black humor di Stanley Kubrick. Il film è disponibile a noleggio su Chili, iTunes e NowTV.

In questo momento eccezionale per la sospensione dell’attività di didattica sentiamo l’urgenza di tenere acceso il desiderio e di mantenere vive le relazioni di cui la scuola è costituita. Il cinema, in dialogo con la storia, con la filosofia, la letteratura e l’esperienza personale di ciascuno, può essere una grande occasione per rilanciare la sfida che ci attende: vivere all’altezza del nostro desiderio. 

Marco Ferrari, Liceo Malpighi

In tempi difficili per la chiusura delle sale cinematografiche ciò che ci manca di più tra le tante esperienze di socialità è poter vedere i film con gli altri. Abbiamo molte piattaforme con film e serie tv ma non abbiamo la possibilità di vederli insieme come quando si va al cinema. Ciò che manca è la sensazione di assistere ad un’esperienza di gruppo, di ridere insieme a qualcuno che non si conosce, di piangere di fronte ad estranei (che poi per il tempo del film tanto estranei non sono), di scambiarsi impressioni e commenti con amici o sconosciuti. 

Simone Fratini, Cineteca di Bologna