Dire, fare, insegnare
Dire, fare, insegnare
Dire, fare, insegnare

Torna il Festivalmeteorologia di Rovereto

Dal 9 al 12 novembre a Rovereto l’ottava edizione del Festivalmeteorologia propone incontri, laboratori spettacoli e un programma dedicato alle scuole.

News ed eventi 
02 novembre di: Redazione
copertina

Anche quest’anno dal 9 al 12 novembre torna il Festivalmeteorologia, con un fitto programma di incontri, conferenze, attività didattiche, spettacoli, laboratori, mostre e concerti che animerà la città di Rovereto per raccontare in modi nuovi una disciplina che assume sempre più importanza nella nostra quotidianità. Chi non ha mai guardato una previsione meteo per programmare un’attività? Chi non si è mai interessato ai fenomeni atmosferici, anche estremi, che di recente riempiono le pagine di cronaca, o ai cambiamenti climatici che incidono sulle nostre abitudini e sul nostro ambiente?

Promosso dall’Associazione Italiana di Scienze dell'Atmosfera e Meteorologia (AISAM), dall’Università degli Studi di Trento (UniTN), dalComune di Rovereto e dalla Fondazione Museo Civico di Rovereto (FMCR), sin dalla sua prima edizione il Festival si propone di contribuire alla diffusione di una cultura meteorologica di base. In questa ottava edizione gli interventi e le conferenze del Festival si svolgeranno presso il Palazzetto dello Sport della città e proveranno a fare il punto della situazione attuale del mondo della meteorologia in Italia e a livello internazionale, facendo i conti con la sua storia, con i suoi punti di forza e le criticità e cercando di capire le prospettive future.

L’evento non è riservato agli addetti ai lavori, ma è aperto agli appassionati e a chiunque sia interessato a capire come opera la meteorologia, come questa si intrecci con la vita di tutti i giorni e come incida sulla società e sul clima. Il Festival è un’occasione unica di incontro tra le diverse realtà della meteorologia italiana, gli operatori dei settori vicini, gli utenti dei servizi e dei prodotti meteorologici, gli appassionati di meteorologia, docenti e studenti e il grande pubblico in generale. Tutte le attività proposte nel programma del Festival sono a titolo gratuito.

L’offerta dedicata alle scuole spazierà dai fenomeni atmosferici ai cambiamenti climatici, dal lavoro del meteorologo al ruolo del ricercatore, cercando di affrontare i vari aspetti delle scienze dell’atmosfera. Il programma progettato espressamente per le scuole e coordinato dalla Fondazione MCR è realizzato grazie alla partecipazione di realtà locali, enti di ricerca nazionali e aziende professionali che mettono ogni anno la loro competenza a servizio della comunicazione delle scienze.



Per l’edizione di quest’anno il Festival ospiterà il CNR con l’Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima (ISAC), la Fondazione Osservatorio Meteorologico Milano Duomo (FOMD), Meteo Expert, Trento Film Festival (TFF) e l’Agenzia Provinciale per la Protezione dell’Ambiente (APPA). Le attività avranno inizio mercoledì 9 novembre con una serie di appuntamenti online indirizzati agli istituti più lontani, per poter raggiungere tutto il territorio nazionale.

Nelle giornate di giovedì 10 e venerdì 11 laboratori e incontri animeranno invece gli spazi del Museo di Scienze e Archeologia di Rovereto, dove studentesse, studenti e insegnanti avranno l’opportunità di mettersi nei panni dei ricercatori, di scoprire cosa significa essere meteorologi, di ragionare su come il nostro pianeta sta cambiando e sul nostro ruolo negli equilibri naturali attraverso esperimenti, lavori di gruppo e film. Sabato 12 le proposte per le scuole si spostano al Palazzetto dello Sport e ragazze e ragazzi si potranno mettere in gioco programmando robot e risolvendo enigmi scientifici per uscire da un’escape room.

Dopo la pausa dell’anno scorso, ritorna anche un momento formativo rivolto agli insegnanti. Valido ai fini dell’aggiornamento, l’intervento “Il riscaldamento globale spiegato agli scettici” vuole offrire un approfondimento sul tema dei cambiamenti climatici e su come affrontare lo scetticismo di chi mette in dubbio la responsabilità umana nel processo di riscaldamento globale. L'appuntamento è per mercoledì 9 novembre ore 17.00, sempre presso il Museo di Scienze e Archeologia.

Al pubblico delle famiglie viene infine dedicato uno spazio speciale all’interno del Palazzetto dello Sport durante tutta la giornata di sabato 12. Parallelamente agli interventi più tecnici ci saranno pillole scientifiche, giochi e laboratori adatti a tutti. Bambini e bambine con i loro accompagnatori potranno divertirsi, costruire nuvole e risolvere misteri andando a caccia di fenomeni atmosferici.



Tania de Oliva, Fondazione Museo Civico di Rovereto

Credits immagini: © Festivalmeteorologia