Dire, fare, insegnare
Dire, fare, insegnare
Dire, fare, insegnare

Musei chiusi, musei aperti

Durante questi giorni di chiusure straordinarie, i musei italiani stanno mostrando al pubblico le loro collezioni sfruttando i social network.

Un giorno al museo 
03 marzo di: Redazione
copertina

I provvedimenti di chiusura obbligatoria dovuti all’emergenza Coronavirus hanno colpito moltissimi musei del nostro Paese. Alcune strutture hanno allora deciso di approfittare di queste giornate per mostrare al pubblico le attività che solitamente vengono svolte a porte chiuse utilizzando sui social (Twitter, Instagram, Facebook) l’hashtag #museichiusimuseiaperti.

L’iniziativa è stata lanciata dal Museo tattile di Varese, che su twitter ha chiamato all’appello i musei italiani: «Facciamo in modo che i nostri visitatori ci possano “visitare” anche se siamo chiusi, mostrando o raccontando loro qualcosa di speciale?».

La risposta è stata notevole: i Musei Reali di Torino, il Museo Etrusco Villa Giulia di Roma, le Gallerie Estensi di Modena e il Museo Archeologico di Venezia sono solo alcuni dei musei che hanno aderito. 

La Pinacoteca di Brera, per esempio, ha utilizzato le stories su Instagram per invitare il pubblico a riconoscere da piccoli dettagli le opere della galleria mentre il Museo d’Arte Orientale di Torino ha raccontato, sempre su Instagram, alcuni degli straordinari pezzi della sua collezione