Dire, fare, insegnare
Dire, fare, insegnare
Dire, fare, insegnare

Più scienza a scuola! I progetti educativi della Fondazione Umberto Veronesi

La Fondazione Umberto Veronesi presenta una nuova offerta di progetti educativi dedicati alle scuole: attività interattive e laboratori per approfondire temi come la prevenzione, la salute personale e la bioetica.

Un giorno al museo 
28 settembre di: Redazione
copertina

Anche per l’anno scolastico 2022-2023 la Fondazione Umberto Veronesi offre alle scuole primarie e secondarie un programma di attività educative gratuite sui temi della ricerca scientifica, della medicina e della salute. Per aiutare i giovani a crescere come cittadini consapevoli, liberi e responsabili, la Fondazione ritiene infatti essenziale la diffusione della cultura scientifica, per cui collabora da anni con il Ministero dell’Istruzione per offrire esperienze formative che presentano contenuti approfonditi e rigorosi con un approccio coinvolgente e interattivo.

Con i progetti di “Più scienza a scuola” la Fondazione mira in particolare a promuovere il pensiero scientifico, che allena lo spirito critico e si rivela una risorsa preziosa in molti ambiti, e la conoscenza di ragazzi e ragazze di argomenti attuali che riguardano sia il rapporto della scienza con la società, per esempio questioni complesse come quella dell’etica nella ricerca, sia le scelte di vita per la salute personale.

I laboratori e le mostre presentate ricorrono a format innovativi e spesso integrati da esperienze digitali, come webgame e quiz interattivi. Guidate dai ricercatori della Fondazione e supportate dai materiali didattici messi a diposizione delle classi e dei docenti, le attività portano quindi a scoprire il funzionamento del nostro corpo, il ruolo centrale della prevenzione e le connessioni tra il progresso tecnico-scientifico e la nostra vita di tutti i giorni.

Per esempio “Escape Smoke” è un escape room digitale che propone in forma di sfida un viaggio dedicato al fumo e ai danni che provoca alla salute; mentre “Io vivo sano – Dipendenze attraverso un workshop cinematografico informa e fa riflettere gli studenti sulle possibili conseguenze dell’abuso di fumo, alcol e droga.

Spazio anche a temi come la pandemia, l’immunità di gregge e il funzionamento dei vaccini, mentre gli obiettivi dell’Agenda 2030 sono ricordati nei focus dedicati alla relazione tra la salute e l’inquinamento atmosferico, il cibo e l’attività fisica. Infine, con “Ricercatori in classe” gli studenti possono incontrare i ricercatori per capire come si svolge il loro lavoro, quali sono le opportunità legate alla loro professione e quanto è centrale il loro impegno per il benessere collettivo.