Dire, fare, insegnare
Dire, fare, insegnare
Dire, fare, insegnare

Il rilassamento per i bambini della scuola d’infanzia in pratica

Insegnare ai bambini a rilassarsi è utile per aiutarli a imparare a comprendere le reazioni del proprio corpo e provare a controllarle. Gli esercizi di rilassamento possono essere proposti anche a scuola. Ce ne parla la maestra di scuola d'infanzia Miranda Katsiberis.

Gestione della classe  Esperienze di insegnamento 
27 maggio 2019 di: Miranda Katsiberis
copertina

Di seguito presento alcuni giochi di rilassamento che si possono utilizzare a scuola, sia alla scuola dell’infanzia sia alla scuola primaria.



Giochi basati sulla respirazione

Il gioco del palloncino

Ogni bambino diventa un palloncino che si gonfia e si sgonfia.

  • DOVE? In palestra o in classe.
  • COME? In piedi o sdraiati.
  • ISTRUZIONI: si spiega ai bambini che devono immaginare di essere diventati palloncini gonfiando e sgonfiando la loro pancia. Si può utilizzare un palloncino da mostrare ai bambini prima e durante l’esercizio. Si dà il ritmo ai bambini dicendo quando inspirare e quando espirare. Si deve inspirare per 3 secondi ed espirare per 3 secondi. Si ripete fino a 5 volte. Se il gioco si svolge da seduti si possono accompagnare le respirazioni con il movimento del corpo: partendo da accovacciati con il busto piegato sulle gambe i bambini si dovrebbero alzare seguendo l’inspirazione e poi piegarsi di nuovo durante l’espirazione.



Il gioco dell’orso

Ogni bambino diventa un orso in letargo, disturbato nel suo sonno da un lupo.

  • DOVE? In palestra.
  • COME? Sdraiati a terra.
  • ISTRUZIONI: si spiega ai bambini che in questo gioco diventeranno tutti orsi che dormono e respirano profondamente con le loro grosse pance. La maestra sarà il lupo e toccherà il piede di un orso che dorme, il bambino allora si alzerà e la maestra si metterà al suo posto; a quel punto sarà quel bambino a diventare il lupo e a toccare il piede di un compagno. Alla fine tutti diventeranno di nuovo orsi, faranno qualche respiro e poi la maestra li farà alzare: gli orsi si saranno svegliati dal letargo.



Giochi basati sulla tensione e rilasciamento muscolare

Duro duro, morbido morbido

Ogni bambino, di volta in volta, fa diventare il suo corpo molto rigido e successivamente molto rilassato.

  • DOVE? In palestra.
  • COME? Sdraiati sulla schiena.
  • ISTRUZIONI: la maestra spiega che quando dirà “Duro” i bambini dovranno diventare come di legno, stringere i pugni e tendere le gambe. Quando dirà “Morbido” dovranno diventare come una bambola di stoffa. La fase di tensione può durare circa 10 secondi mentre quella di rilasciamento 20 secondi. Ripetere alcune volte.



Il ghiacciolo

Ogni bambino diventa un ghiacciolo che poi si scioglie.

  • DOVE? In palestra
  • COME? In piedi e poi sdraiati
  • ISTRUZIONI: i bambini camminano liberamente, poi quando la maestra dice “ghiacciolo” si fermano e restano immobili, congelati come un ghiacciolo. A quel punto la maestra dice che arriva il sole e fa caldo e piano piano il ghiacciolo si scioglie e. i bambini si piegano fino a stendersi a terra.



Giochi basati sull’immaginazione

Un viaggio in mare

Si inventa insieme ai bambini la storia di un viaggio in mare con una barca.

  • Si dice ai bambini che si partirà con una barca per un viaggio in mare.
  • Si chiede com’è fatta la barca e le si dà un nome.
  • Si costruisce la storia decidendo da dove parte la barca e dove andrà.
  • Si inizia salendo sulla barca e facendo concentrare i bambini sulle sensazioni che possono provare, come il sole caldo o il vento sul viso.
  • Si descrive il movimento regolare delle onde, il rumore dell’acqua, etc.
  • La barca può arrivare da qualche parte o tornare indietro.



Il tappeto volante

Si inventa insieme ai bambini un viaggio su un tappeto volante.

  • Si dice ai bambini che si partirà per un viaggio sul tappeto volante.
  • Se si ha a disposizione un tappeto, si possono anche far salire i bambini su questo.
  • Si decide da dove partirà il tappeto e dove andrà.
  • Si descrivono le sensazioni, il vento, si può arrivare fino alle nuvole, toccarle.
  • Si descrive quello che si vede in basso.
  • Alla fine il tappeto ripercorre tutta la strada indietro e torna al punto di partenza.