Dire, fare, insegnare
Dire, fare, insegnare
Dire, fare, insegnare

La Festa Finale del progetto "Racchette in classe"

La settima edizione di “Racchette in classe”, il progetto che coinvolge gli alunni della scuola primaria in percorsi formativi legati ai giochi di racchetta, si chiude a Torino con una Festa Finale che si terrà venerdì 26 e sabato 27 novembre.

Metodologie  News ed eventi 
25 novembre di: Redazione
copertina

Racchette in classe è un progetto nato nel 2014 per offrire alle classi della scuola primaria l’opportunità di sperimentare alcuni importanti aspetti formativi dei giochi di racchetta: venerdì 26 e sabato 27 novembre concluderà la sua settima edizione con una Festa Finale, al Palazzetto dello Sport Giovanni Asti di Torino, città che ospita in questi giorni un girone di Coppa Davis.

Il progetto ha riunito quest’anno tre Federazioni Sportive di racchetta quali la FIT (Federazione Italiana Tennis, Beach Tennis e Padel), la FIPT (Federazione Italiana Palla Tamburello) e la FITeT (Federazione Italiana Tennis Tavolo), ed è sostenuta da Kinder Joy of Moving, il progetto di Responsabilità Sociale del Gruppo Ferrero che ha l’obiettivo di promuovere l’attività fisica tra i più giovani, avvicinandoli ai valori dello sport e all’insegna dell’educazione, del rispetto e del fair play.

Angelo Binaghi, Presidente FIT, dichiara: «Racchette in classe è un progetto sportivo che ha obiettivi formativi preposti a coinvolgere i bambini della scuola primaria per esaltare i principi della multidisciplinarietà e multilateralità, perché le proposte didattiche sono orientate contemporaneamente sia allo sviluppo motorio in modo organico che allo sviluppo di tutte le aree di competenza quali quella mentale, motoria e tattico tecnica».

Nell’ambito della manifestazione, a cui sarà presente anche Rita Grande, ex atleta della nazionale femminile di tennis e organizzatrice del circuito tennistico Tennis Trophy FIT Kinder Joy of Moving, saranno allestite tre stazioni di gioco all’interno del Palazzetto dello Sport, con 8 campi da Mini-Tennis e 10 tavoli da Tennis Tavolo che accoglieranno migliaia di bambini. Sarà allestita anche un’area ludico motoria dove istruttori qualificati coinvolgeranno studenti ed insegnanti in giochi messi a punto con il metodo Joy of moving, per favorire lo sviluppo motorio, cognitivo e socio-emozionale dei bambini.

Il progetto Racchette in classe si ispira infatti a una didattica basata sulla gioia del movimento, sulla multidisciplinarità sportiva, sull’inclusione sociale e sull’abbattimento delle barriere dovute alla disabilità, secondo la metodologia messa a punto dalla ricerca della società di sviluppo Soremartec insieme a istituzioni scientifiche ed universitarie e in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, e che è possibile approfondire nel manuale di Kinder Joy of moving disponibile a questo link.